ACQUEDOTTO PONTIFICIO DI LORETO - FAI

alt

L’ACQUEDOTTO PONTIFICIO DI LORETO  inserito nei "Luoghi del cuore" del  FAI.

L’antico Acquedotto Pontificio di Loreto, è stato inserito dal Fai,  al QUINTO posto nelle Marche nella classifica dei Luoghi del Cuore, 

Grazie alla campagna di raccolta firme che è stata fatta a Loreto durante le giornate d’autunno del Fai,  e nei Comuni limitrofi, e grazie alla grande sensibilità delle scuole e delle famiglie del ns territorio, state raccolte 3404 preferenze.

L’antico acquedotto pontificio ,  è l’unica struttura  di questa tipologia nelle Marche a finire nella classifica del Fai dei “Luoghi del cuore” collocandosi anche al 135esimo posto su 37.200 luoghi segnalati, in tutta Italia.

«L’acquedotto Pontificio di Loreto – spiega il Fai – è una straordinaria struttura idraulica tardo-rinascimentale costruita nel 1620 per volere di papa Sisto V nell’ottica di un’espansione della città di Loreto. La sua particolare architettura è principalmente sotterranea per oltre sei chilometri e segue la tradizione costruttiva degli antichi romani. Il progetto fu realizzato dagli architetti di origine ticinese Giovanni Fontana e Carlo Maderno e comprendeva un tratto in superficie dove la condotta era sollevata da una teoria di arcate lunga 400 metri nella valle che separa i territori di Recanati e Loreto. Si tratta dell’unico acquedotto antico rimasto nelle Marche con le arcate ancora integre. Tra il 1892 e il 1896 l`ingegnere torinese Eugenio Vaccarino progettò opere di ristrutturazione della sorgente e del complesso di arrivo, oltre a una nuova cisterna sul Monte Reale, a fianco di quella costruita a inizio secolo. Intorno al 1930 l’acquedotto venne sostituito da un impianto moderno, prelevando l’acqua direttamente dal fiume Potenza. Le due cisterne gemelle costruite nell’Ottocento e parte delle gallerie seicentesche per la distribuzione nel centro urbano furono comunque riutilizzate.

GRAZIE AL FAI 
GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO MOSTRATO GRANDE SENSIBILITA’

da parte di tutta l’amministrazione
Assessore Ambiente e Urbanistica Pamela Flamini



venerdì 08-02-2019 , Servizi Informatici